Francavilla al Mare

QUARTIERE SAN FRANCO

14•15
AGOSTO 2019

dalle 21:00 alle 24:00

MACONDO
NIGHT

dalle 24:00

organizzazione

STREET
FOOD

dalle 18:00
presso il belvedere San Franco

a cura di

Euro Eventi Food

Il Progetto

L'arte di strada ti viene incontro a Francavilla al Mare per la seconda edizione del Macondo Festival. Il 14 e 15 agosto 2019, nel quartiere San Franco, anima storica della cittadina abruzzese, artisti nazionali e internazionali daranno vita a spettacoli coinvolgenti, che trasformeranno il cuore del paese alto di Francavilla al Mare in una grande festa della musica, delle performance di strada e dell'incontro. A tutto ciò si aggiungeranno meraviglie inattese, show originali di grande impatto visivo e l'irruzione di band itineranti che trasporteranno gli spettatori in una atmosfera incantata che emozionerà grandi e piccini. 

Oltre agli spettacoli sotto il cielo delle serate di Ferragosto lungo il Belvedere San Franco sarà allestita l'area street food con specialità regionali e internazionali.

Nato da un'idea di Peppe Millanta e Luigi Russo, che ne coordinano la direzione artistica, il Macondo Festival è un evento organizzato in partnership dal Comune di Francavilla al Mare nella persona del consigliere Dott.ssa Cristina Rapino, dalla gigirusso street&stage e dalla Scuola Macondo – l'Officina delle Storie.
Si è aggiudicato per la sua prima edizione il bando Periferie Urbane per l'iniziativa S'illumina, copia privata per i giovani, per la cultura promossa da Siae e Mibact.

Macondo Festival

Gli Artisti

leggenda
  • BISBETICA

    bisbetica

    Marco Pizii e Osvaldo Bianchi, fondatori e componenti della band BISBETICA dall'anno 2000, si propongono in duo in versione pseudo-acustica.
Il repertorio è costituito da gemme soul, blues e rock (che spaziano dagli anni '50 agli '80) e da composizioni originali.
Il tutto riadattato in chiave raw, street, roots, funkypushin'rockin'rhythm and roll.

  • LES ZAZOUS

    les_zazous

    Il gruppo nasce nel 2017 con la voglia e l'idea di vestire la musica jazz con abiti gitani e popolari. Ha partecipato nei diversi festival locali del panorama abruzzese e nel 2019 inizierà un piccolo tour in Sicilia. I giovani Zazou amavano la cultura americana e inglese, la musica jazz e il bebop. Il loro soprannome deriva dal brano jazz “Zah-Zuh-Zah” dell’artista americano Cab Calloway, al cui interno si ripeteva la frase “Zah Zuh Zah”, poi ripresa dal francese Johnny Hess che nel suo brano “Je suis swing” del 1942 ripeteva le parole “Za zou, za zou, za zou, za zou ze”.
Il progetto Gispy Manouche, nasce con l'idea di ospitare vari musicisti che si alterneranno, arricchendo con il loro contributo la scena sonora. Il repertorio abbraccia la musica tradizionale francese, standard jazz americani e il primissimo swing italiano.

  • FABIO DURONIO

    Mister Dyvinetz

    “Sbilanci musicalteatrali di un essere non più contemporaneo, scarsamente cosciente dei limiti connessi alla propria natura animale, effimera, volubile, volatile."

  • LE IDEE MALSANE

    Nicola Pesaresi

    Il trio Malsano nasce nel 2019 con le peggiori intenzioni. Progetto malsano che nasce dalla mente di tre soggetti malsani.Il malsano trio acustico propone un repertorio combat folk, folk rock, folk pop, folk trap, folk liscio (insomma tutto quello che ha a che fare con il FOLK), alternando grandi classici a brani (malsani) inediti..

  • SUONHO

    suonho

    Suonho alias Tommaso Berardocco, disk-jockey, sound-designer e composer italiano. Ben conosciuto all'estero come appassionato della musica afroamericana e del supporto in vinile, Con le sue valigette di 45 giri ha animato dj-set incendiari in numerosi clubs e festival europei: Jazz Attitues (Parigi), Swingin' Groningen (Groniga), Contre-Temps (Strasburgo), Disko Stew (Leeds), Bamboo (Francoforte), Mojo Club (Amburgo), Edwige, Fryday Night Fish Fry e Dj's Choice (Roma), Black LAbel (Sofia), Tiki Bar (Atene), Peponi Beah (Salonicco), Carnemvale e Big Boom Groove (Milano), Maze e Majella Sound Camp (Pescara), Boca Barranca (Marina Romea), ecc. Ha remixato ufficialmente artisti leggendari come Nina Simone, Bob Marley, Piero Umiliani, Gloria Lynne e artisti internazionali: The Bahama Soul Club, Renegades of Jazz, Mop Mop, Kid Loco, Daytoner, Skeewiff, Acusmatic Group, ecc. Uscendo su etichette musicali come Agogo Records, Boyù (Sony), Cool D:Vision, Irma (EMI), WhaWha45s, Cinedelic, Bastard Jazz, Funky Juice, Far Out e a breve su Verve Records (Universal). Ha vinto diversi concorsi musicali, fra cui il "DJ Shadow Remix Project" e il "Gilles Peterson Havana Cultura Remix Competition". Autore di Edits di gran successo come "The Ghetto" entrato nelle chart di Nicola Conte, Greg Wilson, Gilles Peterson, ecc. Selezionato tra le 100 canzoni dell'anno dal celebre programma radiofonico "Craig Charles Funk & Soul Show" sulla BBC inglese.Al momento ho un album in lavorazione insieme al cantante inglese Greg Blackman e una collezione di singoli e collaborazioni.

  • ACUSTICAMENTE

    ACUSTICAMENTE

    Acusticamente è un progetto acustico nato nel 2017 dall'incontro di Erika Secondino con Marco Di Marzio.
Dopo aver partecipato in diversi festival locali, stanno lavorando sul loro primo EP in duo che uscirà in autunno. L'incontro di una cantante caotica con un polistrumentista disciplinato genera una fusione interessante di elementi in continua evoluzione.
Non ci siamo mai voluti cucire etichette poichè ci ritroviamo in infiniti generi musicali, il fil rouge è il nostro stile acustico che rende l'ascolto più rassicurante, ma non banale o scontato.
I brani eseguiti in scaletta sono cover ed inediti..

  • CARLO VALENTE

    carlo VALENTE

    Cantautore reatino classe 1990, con il suo disco d’esordio "Tra l'altro" è finito nella cinquina per le Targhe Tenco 2017 per la categoria “Miglior Opera Prima” e con il brano “Crociera Maraviglia”, dedicato alla tragedia dei migranti, ha ricevuto il Premio Amnesty International Emergenti nel Festival “Voci per la libertà”. Tra il 2017 e il 2018 ha fatto più di ottanta concerti in tutta Italia con il suo “Tra l’altro…in tour” riscuotendo un ottimo successo di pubblico e critica.
Carlo è un autore romantico, estremamente eclettico, irriverente ed ironico. Il suo mondo artistico introspettivo, nostalgico ed intimo si fonde a quello di una canzone più attenta a temi sociali importanti dove esprime la sua opinione a gran voce. Ad otto anni si innamora della fisarmonica, che studia fino ai 17 anni, quando scopre una viscerale passione per la canzone d'autore. Scrive i suoi primi brani su un piccolo pianoforte, ispirandosi ai grandi cantautori italiani. Il passaggio alla chitarra diventa inevitabile. Nel 2014 esce il suo primo EP "COLLEzioni", seguito da un tour in piccoli circoli d'Italia.
Dal 2016 è allievo alla scuola di alta formazione Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, nella sezione “Canzone”. Vincitore della prima edizione del premio “Duel-cantautori a confronto” a Torino nel 2015. Nello stesso anno si è aggiudicato il riconoscimento per il “Miglior testo” al Premio Bindi 2015 con il brano “Tra l’altro”, dedicato a Federico Aldrovandi. E' stato inoltre finalista ai Premi De André, Bertoli ed al festival Botteghe D’Autore 2015. Attualmente è a lavoro su nuove canzoni per portare alla luce il suo secondo disco.

  • DJ D'ELIA

    DJ D'elia

    Dj di lungo corso, Stefano D’Elia propone all'interno delle sue serate un mix tra alternative rock, musica elettronica ed indie italiano, concentrandosi soprattutto sulle ultime novità del mercato discografico. Ha al suo attivo centinaia di serate con tutti i più importanti locali alternativi d’Abruzzo, alternando a questa sua attività quella di collaboratore per la prestigiosa rivista RUMORE.

  • DIXY HOGS

    Domenico Imperato

    Una formazione particolare (clarinetto, tromba, chitarra e batteria), tanta voglia di divertirsi e far divertire e quattro amici accomunati dalla passione per il buon vecchio dixieland: ecco gli ingredienti di un progetto musicale fresco e divertente che vi riporterà indietro agli inizi del XX secolo.

    Membri del Gruppo
    Remo Leonzi – chitarra, voce, siren whistle

    Alessandro Di Bonaventura – tromba, cori, kazoo

    Fabrizio Leonetti - clarinetto, clarinetto basso, clarinetto carota, cori
    
Michele Rapini – batteria, washboard, clacson, cori
    Fabio Fidanza - chitarra

  • ESTRODESTRO

    ESTRODESTRO

    IMPROSHOW è una Jam di improvvisazione teatrale in cui gli attori improvviseranno delle storie fantastiche ed esilaranti basandosi solo sui suggerimenti del pubblico. Quest'ultimo sarà parte attiva dello spettacolo perchè potrà influenzarne l'esito in ogni momento, consapevolmente o inconsapevolmente. Scuola che da anni si occupa di diffondere l'improvvisazione teatrale in Abruzzo. Con sede principale a Pescara, svolge la sua attività anche a Chieti e L'Aquila. 
Non solo improvvisazione, ma anche teatro classico, movimento scenico, mimo, clownerie, stand-up comedy e comicità in genere. 
Tra i format di improvvisazione originali più conosciuti: Codice a Sbarre, Directors, DA0, Edito, Identikit, Scena con Delitto, Improshow ed altri ancora, tutti prevedono la partecipazione del pubblico che fornisce i suggerimenti da cui scaturiscono gli spettacoli.
Estrodestro sperimenta nuove applicazioni delle tecniche di improvvisazione anche in contesti diversificati come con i pazienti affetti da Helzeimer, in carcere, con i bambini di varie fasce d'età, con musicisti, ecc. ne.

  • Mr Dyvinetz

    mr dyvinetz

    All’età di 8 anni, Francisco già era membro della squadra di ginnastica artistica del suo paese, il Cile.
Negli anni successivi vince competizioni sia a livello regionale che nazionale.
All’età di 18 anni decide di aggiungere alla sua carriera sportiva corsi di trampolino elastico, del quale diventa istruttore, partecipando a diversi campionati specifici per disciplina, specializzandosi al tempo stesso in discipline verticali di acro – balance (o mano a mano). Successivamente crea, con il suo amico e collega Mauricio Villarroel, la compagnia DUO TOBARICH che forte dell’esperienza del sodalizio nelle discipline verticali, presenta proprio uno spettacolo di acro – balance, divenuto famoso in tutto il mondo. Francisco lavora come acrobata professionista, da ormai 13 anni esibendosi in manifestazioni ed eventi di livello mondiale. Nell’arco degli anni ha lavorato in festival di arti di strada, teatri, gala, eventi privati, sfilate di moda, e inaugurazioni di centri commerciali. a qualche anno ormai ha deciso di dedicare la sua grande esperienza professionale al mondo della Rue Cyr, con la quale sta presentando il suo show mondiale.

  • El Kote

    Piero delle Monache

    Giocoleria, acrobatica, equilibrismo e tanta comicità danno vita a uno show irresistibile, sovrapponendosi e incastrandosi alla perfezione come i tasselli colorati di un mosaico.
Perfezione e improvvisazione sono solo apparentemente aspetti antitetici, perché il talento di questo sorprendente artista cileno fonde entrambi in quello che è sicuramente un genere personalissimo di comicità e spettacolarità. La precisione in cui si susseguono i suoi numeri convive felicemente con una massiccia dose di improvvisazione, perché El Kote costruisce lo spettacolo minuto per minuto, a partire dalle situazioni che vive insieme al suo pubblico, chiamato a prendervi parte attivamente.
El Kote è un artista cileno multidisciplinare, con 18 anni di esperienza come pagliaccio, monociclista, giocoliere, acrobata, improvvisatore, e provocatore. Le sue opere hanno partecipato a festival di teatro cileni e di 20 altri paesi del mondo (dall'America all'Europa passando per l'Asia). Vi presentiamo una spettacolare esplosione di energia, capace di trascinare tutti nei vortici di una sfrenata allegria.

  • Nicola Pesaresi “Oh Nicò”

    Osvaldo Bianchi e Luca Mongia

    Per parlarvi di questo bravissimo ventriloquo comincio dalla fine, da quando, dopo gli applausi il pubblico comincia a disperdersi. E’ in quel momento che si cominciano  a sentire i commenti. Lasciamo stare i commenti positivi degli adulti, che, diciamoci la verità, sono un po’ scontati, perché l’artista è un ventriloquo di grandissima esperienza ed innegabile bravura. Sono i commenti dei bambini che dovete sentire, prima di tutto perché vi faranno stendere dalle risate e poi perché vi daranno veramente idea di che cosa sia uno spettacolo di Nicola Pesaresi.  Sentirete discorsi di questo tipo: “Mamma no, non hai ragione tu, Isotta la scimmietta è vera” oppure ” Ma insomma basta papà, basta dire che è lui che parla, non vedevi che la bocca era chiusa?” e ancora “Ma nooo, ma cosa dici, è vera, è vera.” Ne ho visto anche qualcuno piangere esasperato per non essere riuscito a convincere i genitori. Non è solo grazie al ventriloquismo, il fatto è che i personaggi di Nicola Pesaresi hanno tutti la loro personalità, il loro carattere ben preciso, pregi e difetti. Isotta è una scimmietta molto monella, che per Natale vorrebbe la ruspa di Violetta; poi c’è Gianni, un cane scorbutico; Lillo il coccodrillo goloso, che si mangerebbe volentieri il suo addestratore e poi c’è Ionito, l’ornitorinco simpatico e stralunato. Non è solo questione di tecnica, no, se ci sembrano veri, se ci affezioniamo a loro, alla loro natura comica, ai loro indimenticabili e bellissimi difetti è perché il ventriloquo Nicola Pesaresi ha creato dei personaggi così originali da sembrarci veri, così buffi da innamorarcene, così vivi che tutto sommato non ci crediamo mica che siano solo peluche. Per quanto i Ventriloqui in Italia siano veramente pochissimi, anche a causa della difficoltà di modulazione della lingua, Nicola Pesaresi è sicuramente uno de 3/4 artisti più attivi a livello Nazionale: semifinalista ITALIA'S GOT TALENT (CANALE 5 - MEDIASET) Edizione 2012, 1° CASSIFICATO PREMIO TAKIMIRI "UNA VITA PER IL CIRCO" Clown e Clown Festival e Vincitore premio "SI FA PER RIDERE" COME ARTISTA Più TELEVISIVO.

  • eVenti Verticali “Intuizioni Verticali”

    Giuseppe Spedino Moffa

    Chiedendo agli eVenti Verticali di dare una definizione del loro lavoro, ci hanno risposto: “Siamo attori e danzatori, solo che invece che stare su un piano orizzontale, usiamo i piani verticali, come le facciate dei palazzi, delle torri, le montagne, le scogliere …”.
Hanno parlato col sorriso franco di chi sa di fare un lavoro eccezionale, ma non si dà mai delle arie e prima di vedere dal vivo il loro spettacolo è davvero impossibile dare una misura della sua eccezionalità, perché eccezionale lo è veramente e non si dice per retorica, ma perché è proprio uno spettacolo unico. Unendo le tecniche di arrampicata a quelle circensi e portando in parete corporeità, drammaturgia ed emozione, gli eVenti Verticali creano nuovi palchi perpendicolari al suolo e danno vita ad uno spettacolo-evento adrenalinico e di fortissimo impatto, che lascia tutti col fiato sospeso.
Nel loro spettacolo più famoso “Intuizioni Verticali”, il teatro verticale degli eVenti Verticali trova il suo palco su palazzi antichi, moderne strutture, monumenti o paesaggi naturali. Un lavoro energico e dinamico strutturato per adattarsi di volta in volta alle più differenti location verticali cogliendone gli stimoli architettonici ed i suggerimenti: dal Palazzo della Signoria di Firenze alle cattedrali gotiche d'oltralpe; dal Campanile di San Marco al Campanone di Bergamo; dai 110 mt della Diga di Ridracoli ai grattacieli di Seoul. Uno spettacolo che ci fa stare con il naso all’insù e che ci lascia a bocca aperta.

  • Mabò of Colors – Mabò Band

    Mabò

    La Mabò Band ha una dote unica: saper improvvisare traendo dalle diverse situazioni con il pubblico lo spunto per le loro esilaranti gag comiche. Insieme dal 1991, i musicisti, clown, attori della Mabò Band hanno portato la loro musica e la loro comicità ovunque nel mondo. La perfezione dei loro interventi è il frutto di anni di lavoro insieme, che li ha portati a sapersi intendere al volo sul brano da eseguire all’unisono, non c’è scaletta, ma una capacità di improvvisazione col pubblico assolutamente unica. Mabò Of Colors è il loro ultimo divertentissimo spettacolo, tutto in stile Mabò. Qui i tre clown-musicisti proiettano il pubblico in un vortice di emozioni colorate e i nasi da clown, rappresentati da piccoli e grandi palloncini, inondano la piazza di mille colori. Uno spettacolo sulla forza della diversità e sulla musica che unisce.
    La Mabò Band, è la brass band italiana più amata ed imitata di Italia. In tv hanno esordito con il “Maurizio Costanzo Show” per poi conquistare piano piano il piccolo schermo italiano, tedesco e svizzero: “Mezzogiorno in Famiglia” su Rai2, “Striscia la Notizia” e “Panariello Non Esiste” su Canale 5.

  • ACROCUOCHI

    acrocuochi

    Gli ACROCUOCHI sono tornati,con uno spettacolo tutto nuovo,che vi lascerà a bocca aperta... e a pancia piena!

    ACROCUOCHI IN: CUCINA & ADRENALINA
    Ingredienti:
    - 3 chef
    - 150 kg di evoluzioni acrobatiche
    - quanto basta di arance, uova, porri da lanciare in aria (e riprendere al volo)
    - una spolverata di musica swing
    - ritmo abbondante
    - interazione con il pubblico a piacere.

    Gli Acrocuochi saltano, volano, si rotolano, lanciano in aria ogni sorta di cibo, fanno roteare coltelli e taglieri attorno al tavolo e alle pentole da cucina, seguendo i ritmi delicati o incalzanti delle loro ricette. E se tra un'evoluzione e l'altra vi sembra che stiano cucinando davvero, beh non fatevi ingannare, perché... è proprio così! I nostri acrobati sono dei veri cuochi, e i loro virtuosismi sono fatti con veri attrezzi e ingredienti della cucina. Se non credete dovete provare: infatti, alla fine di ogni spettacolo non mancheranno di servire al pubblico le prelibatezze che hanno preparato tra un salto e l'altro! Un terzetto incredibile, da servire caldo in festival di arte di strada, feste culinarie, ristoranti esclusivi, locali performativi, cene azzardate, eventi fantastici! A cura della compagnia Can Bagnato: a partire dalle loro esperienze di teatro, danza e canto, Eugenio Di Vito e Valentina Musolino nell’aprile 2011 creano lo spettacolo “Noeppo”, iniziando il progetto di creazione e sperimentazione performativa Can Bagnato Il Can Bagnato porta avanti una ricerca espressiva che, partendo dalla relazione con il pubblico, fonde il linguaggio del canto, della danza e del clown giocando con le sfumature del poetico e del comico. Questa ricerca si concretizza in spettacoli e performances, creati in collaborazione con molti artisti e compagnie

  • PICCOLO VERDE - IL FESTIVAL DEI PICCOLI…

    Mercatino Macondo

    Piccolo Verde a.p.s. partecipa anche quest’anno e con grande entusiasmo al Festival Macondo proponendo uno spazio completamente dedicato ai bambini. Piccolo Verde si fa promotore dei giochi semplici, “di una volta”, e riciclando materiali di uso comune come tappi, cassette della frutta, cartoni e tanto altro organizza giochi come la campana, la dama, il tiro al bersaglio, ma anche il tetris e il flipper…. Insieme scopriremo che con un pò di creatività ed ingegno chiunque può costruire giochi belli e divertenti.

  • VITAMINA CIRCO

    animazione bambini

    Spettacolo di giocoleria ed equililibrismo adatto a tutta la famiglia. Un susseguirsi di gag e performance che lascierà il pubblico a bocca aperta. Scherzi, cascatoni e scivoloni si alterneranno ai monocicli e a tutte le discipline della giocoleria anche infuocata.

  • ECOCAROSELLO, LA GIOSTRA ECOLOGICA A PEDALI

    ECOCAROSELLO

    L’ Ecocarosello di Luciana Basta è una giostra meccanica artigianale, adatta per bambini da due a otto anni. Composta da 8 simpatici cavallini, ottenuti da vecchi pneumatici di auto riciclati, I bimbi e genitori s' intrattengono allegramente, e mentre pedalo, assistono allo spettacolo creato dalla giostraia, motore umano dell' Ecocarosello!! Imperdibile!

  • L'ACCADEMIA DI ARACNE

    L'ACCADEMIA ARACNE

    Tornato alla ribalta negli ultimi anni il lavoro all'uncinetto esce dalle mura domestiche e diventa, con le installazioni di yarn bombing, un nuovo movimento artistico di street art, colorando le città di tutto il mondo. L'Accademia di Aracne è un gruppo di lavoro coordinato da Shirley Rowlands e composto da una trentina di donne ortonesi che da maggio scorso regalano alla comunità esposizioni colorate, vivaci e allegre.

  • EMILIO PATRIZIO

    L'ACCADEMIA ARACNE

    A volte amore, altre volte timore, il mare, per infinite generazioni, ha regolato il sentire comune della gente del “paese alto”. E’ questo il quartiere delle torri di avvistamento, della paura del pirata saraceno, è alimento e sostegno delle famiglie che dal mare traevano e perdevano vita. La memoria, la raccolta famigliare delle narrazioni, l’isolamento sociale, ha plasmato per secoli il modo di essere degli abitanti del quartiere, vicini alla qualità culturale del paese ma con una propria orgogliosa lontananza. Riannodare i fili con il mare è il progetto che quest’anno Macondo e il suo festival tenta di proporre, nello specifico attraverso l’opera di Emilio Patrizio, pittore in San Franco: l’inizio, durante le serate del festival, di una pittura murale in una delle storiche piazzette del quartiere nell’ambito di un ambizioso progetto di riallestimento urbano in senso artistico che coinvolgerà l’intero quartiere nei prossimi mesi ed anni. L’immagine che proponiamo è un montaggio fotografico, un’idea di quello che potrebbe essere l’intervento, più che un’indicazione, forse una suggestione..

LUOGHI E ORARI


Lo Street Food si aprirà dalle ore 18.00
Le esibizioni si svolgeranno nel quartiere San Franco (Piazza della Rinascita, Piazza San Franco,
Piazza Filippo Masci e Belvedere San Franco) dalle 21.00 alle 24.00,
per poi lasciare spazio alla Macondo Night fino a notte fonda.

VILLAGGIO MACONDO - FRANCAVILLA AL MARE


Contatti